I tiranti sono elementi strutturali operanti in trazione, in grado di trasmettere forze al terreno grazie ad un’armatura costituita da barre e da fasci di trefoli d’acciaio resa solidale al terreno mediante un bulbo di ancoraggio.
Vengono utilizzati per stabilizzare pareti rocciose, per ancorare al terreno paratie o muri di sostegno.
La funzione dei tiranti di ancoraggio è quindi quella di trasferire i vincoli necessari alla statica dell’opera in zone in cui il terreno offre la possibilità di assorbire le sollecitazioni in gioco.
L’ancoraggio al terreno viene eseguito mediante miscele cementizie che possono essere iniettate con sistemi che si diversificano a secondo del tipo di terreno.
La SIF è in grado di eseguire sia cuciture che tiranti attivi che passivi grazie al proprio bagaglio di esperienze.